Mastoplastica riduttiva

Sollevamento, riduzione e rassodamento del seno mediante tecniche a cicatrice corta: Periareolare (Round-Block), Verticale (Tecnica Lejour), a L (Tecnica Bozola-De Longis), a T capovolta (Tecnica Pitanguy-Peixoto).
Lo scopo dell’intervento di mastoplastica riduttiva è migliorare la forma e le proporzioni del seno, riducendone le dimensioni, per motivazioni estetiche (migliorare l'aspetto del seno eccessivamente voluminoso e/o cadente) e funzionali, quali la riduzione di sintomi come dolore, senso di fastidio alle mammelle, alle spalle, al collo, ed alla porzione alta della colonna vertebrale. Si effettua in anestesia locale o generale.

Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
Mastoplastica riduttiva - Istituti di Medicina e Chirurgia Estetica e Plastica Eccellente - Napoli
seno_eccellente

Come e dove...

un volume eccessivo del seno (iperplasia o gigantomastia) non costituisce solo un problema estetico, ma molto spesso comporta per la donna interessata disagi psicologici e fastidiosi disturbi: vizi di postura, dolori alla schiena ed alle articolazioni, scoliosi. L'intervento consiste nell'asportazione ragionata del volume ghiandolare eccessivo e nel modellamento del rimanente mediante tecnica di pessìa che consiste nel riposizionamento superiore della ghiandola mammaria residua e del complesso areola-capezzolo.